Google+ Followers

lunedì 26 gennaio 2015

Aspettando l'anguria...



Dove abito io non potrò mai uscire in giardino ed addentare una fetta d'auguria nella canicola estiva (a meno che il surriscaldamento globale non abbia un'impennata repentina), dove abito io la gente beve il the caldo fino a giugno indossando la maglia di lana, si strafoca di robe piene di colesterolo perché gli unici pesci che conosce sono la trota, il tonno in scatola  e i tranci surgelati stipati nei freezer del supermercato.
Dove abito io l'estate dura un mese e in quel mese si sente solo dire
- Aaaaahhhhh che caldo - e ti verrebbe voglia di prendere a schiaffoni tutti, visto che passano gli altri 11 mesi a lamentarsi per il freddo!
Però....
Eeeehhhh c'è sempre un però...
Dove abito io ci sono paesaggi pazzeschi ad un quarto d'ora da casa e quando nevica è una figata!
Così mentre aspetto di addentare l'anguria (altrove)...
Me ne vado in montagna col moroso !!!!
Pulisco il cervello, rimetto in moto il corpo, rientro in contatto con la natura, godendo della sua perfetta bellezza e mi ricarico...in attesa dei 35 gradi!

domenica 18 gennaio 2015

La Bessa

Sentiero della Fontana del Buchin
Oggi abbiamo lasciato la piccola con i nonni tre ore e siamo andati a fare due passi in Bessa. Unico modo per prendere una boccata d'aria perché la birimba è malata e non può prendere freddo.
Era un secolo che non ci andavo....
No, un secolo no, ma dieci dodici anni sicuramente sí.
Nel girovagare eravamo totalmente soli, a parte l'incontro con un piccolo branco di cinghiali, ma appena hanno percepito la nostra presenza sono scappati. Mi ero scordata come fosse inquietante come paesaggio... Però unico e stranissimo. E pensare che è un luogo sconosciuto ai più. Ed è un peccato : questa è una miniera a cielo aperto che risale a 2000 anni fa. Ci sono ancora i resti degli insediamenti e quegli ammassi di ciottoli sono il risultato e la testimonianza del lavoro di migliaia di uomini che estraevano l'oro.
In un'altra parte del mondo si pagherebbe anche il biglietto per entrare, ma in Italia lasciamo cadere a pezzi Pompei, figuriamoci valorizzare la Bessa...non scherziamo...
I ciottoli 
In ogni caso se si vuole fare un giro diverso dal solito questa riserva naturale potrebbe stupire, soprattutto in primavera con le fioriture e i panorami verso le colline di Magnano e San Sudario.